Le guideCome organizzare, archiviare e condividere le tue foto di viaggio
foto di viaggio

Come organizzare, archiviare e condividere le tue foto di viaggio

Ogni momento è quello buono per organizzare le tue foto di viaggio e trovare una sorta di soluzione per archiviare e poter poi visualizzare tutti i tuoi meravigliosi ricordi di viaggio.

Tante persone si ritrovano con una miriade di schede di memoria, dischi rigidi e telefoni pieni di foto che non vedranno mai più la luce del giorno perché sono nascoste in un caotico caos da qualche parte nel cyberspazio virtuale.

Non lasciare che anche le tue foto di viaggio facciano questa fine…

Ed a tal proposito voglio condividere con te i miei consigli per organizzare le tue foto al meglio, per tenerle organizzate ed assicurarti di non perderne nessuna…

Indubbiamente organizzare le foto di viaggio in cartelle digitali renderà più facile trovarle e probabilmente a volte finirai per rivedere alcune vecchie gemme di cui ti eri dimenticato. Sarà anche più facile selezionare le tue foto preferite per stamparle ed esporle in casa, farle passare su una cornice digitale oppure regalarle alle persone a te più care (adoro una foto sentimentale come idea regalo economica!)

Soprattutto negli ultimi due anni la maggior parte di noi non ha avuto la possibilità di svagarsi in lunghi viaggi a causa delle restrizioni imposte dai vari governi a causa dell’emergenza pandemica mondiale. Probabilmente, visto che avrai quindi un po’ più di tempo a disposizione, perché non passarne un po’ a ricordare i viaggi passati mentre organizzi le tue foto?

Io di base non sono una persona molto organizzata, ma per evitare di perdere le mie foto nei meandri dei vari supporti di archiviazione, devo assolutamente mantenerle organizzate!

Non voglio inoltre nemmeno trovarmi nella situazione in cui vado in viaggio e mi rendo conto di non poter fare molti scatti perché la mie schede di memoria sono tutte quasi piene!

Quindi sì, le mie foto sono davvero organizzate. Il mio disco rigido/spazio claud sono probabilmente le parti più organizzate della mia vita!

foto pc fotocamera

Ecco come organizzo le mie foto di viaggio mentre sono in viaggio:


Faccio il backup delle mie schede di memoria ogni sera.
Viaggio sempre con il mio laptop ed ogni sera, mentre son in camera, avvio il backup delle mie schede di memoria prima di andare a letto. Di solito eseguo il backup mentre mi preparo per andare a letto poiché a volte possono essere necessari alcuni minuti o gli scambi delle schede di memoria per trasferire tutti i file, quindi è l’attività perfetta da svolgere mentre ti lavi i denti e ti fai la doccia!
Scelgo di farlo ogni sera perché il giorno dopo potrebbe succedere di tutto alla scheda di memoria e mi è già capitato di perderne durante la giornata, perdendo così foto di intere giornate. L’ultima cosa che voglio è perdere tutte le foto di una vacanza di tre o quattro settimane memorizzate sulla stessa scheda di memoria magari proprio l’ultimo giorno della vacanza. Di solito ormai viaggio con 3-4 schede di memoria, quindi nella maggior parte dei casi non le ripulisco finché non sono tornato a casa.

Qualche consiglio di viaggio del buon fotografo:

Prima di iniziare a scattare foto, assicurati che le fotocamere siano impostate sull’ora e sulla data corrette.
Questo è particolarmente importante se stai girando con più fotocamere, ma anche se giri con una sola.
Non importa se la tua videocamera non si adatta al fuso orario locale automaticamente, purché tutte le tue fotocamere/videocamere siano impostate alla stessa data ed ora. Questo ti semplificherà la vita successivamente quanto andrai alla ricerca delle tue foto.

1. Archiviazione delle foto:

E’ bene decidere dove archiviare le proprie foto. Relativamente a questo punto ognuno ha il suo punto di vista. L’importante è avere sempre una doppia copia. Io personalmente, per l’archiviazione generale di tutto, mi affido ad un HDD di backup esterno a casa ed al drive di google (acquistando spazio aggiuntivo). Così facendo ho sempre una copia locale ed una su un cloud che ritengo molto sicuro per potervi accedere quando non sono a casa. Mi appoggio anche ad amazon photos ma esclusivamente per alcune foto selezionate da far girare sui dispositivi amazon alexa con display che ho in casa. Dall’album di google invece seleziono sempre solo alcune foto da far girare sul tv quando è in stand-by ed ho a casa ospiti.

2. La struttura delle directory:

E’ inutile sbattere le foto archiviate tutte nella stessa cartella. Io le divido solitamente in sottocartelle partendo dalla località generale e scendendo poi al particolare del luogo. Inserisco anche la data come indicazione secondaria, può essere utile se torno più volte nel corso degli anni nello stesso luogo.

Esempio directory:

Asia

-Thailandia

–Bangkok 2016

—Wat Arun

–Bangkok 2018

—Wat Pho

—Grand Palace

 

3. Foto e video

All’interno delle directory divido sempre foto e video.

4. The best of

Nella cartella principale del paese e poi della città (senza quindi entrare nel dettaglio del luogo visitato) inserisco sempre una cartella “THE BEST OF” all’interno della quale copio le mie foto preferite. Pochissime e selezionatissime massimo una ventina, anche perché se no diventerebbe dispersivo.

Quindi la struttura sarebbe così:

Asia

-Thailandia

–The best of Thailandia

–Bangkok 2016

—The best of Bangkok 2016

—Wat Arun

–Bangkok 2018

—The best of Bangkok 2018

—Wat Pho

—Grand Palace

5. Modifica delle foto:

Se hai tempo e se ci tieni ti consiglio di sistemare subito durante il viaggio ogni la sera le foto all’interno della cartella “the best of” in quanto saranno le migliori da te scelte e quelle che condividerai sui social o con gli amici.

Non servono attività di trasformazioni radicali che richiedono ore ed ore… Ma giusto la correzione del colore e della luminosità (la maggior parte delle volte è sufficiente solo schiarirle un pò). Questo perché facendolo ogni giorno ti basteranno una ventina di minuti, rimandando l’attività quando sarai a casa diventerà un lavoro molto più impegnativo che finirà per essere rimandato all’infinito.

6. Foto di coppia, famiglia o bambini:

Le foto contenenti i nostri affetti secondo me meritano un loro spazio a parte non necessariamente suddivisa per luogo visitato. Io generalmente creo le cartelle dividendole semplicemente per mese/anno ed all’interno ci metto gli istanti più emozionanti.

Per esempio così:

Bimbo

-2020

–Gennaio

–Febbraio

–Marzo

… ecc …

7. Foto e video con lo smartphone:

Un capitolo a parte serve per le foto/video fatti con lo smartphone. Spesso il telefono riprende momenti unici, non preparati, non studiati… Momenti imprevisti… Per questo vanno salvaguardati maggiormente. Io personalmente, anche se di qualità inferiore, mi trovo a preferire a volte le foto di questo strumento rispetto agli scatti più studiati effettuati con la reflex. Imposto tutte le notti il backup automatico della galleria sul drive di google e anche per queste seleziono le migliori da inserire nel mio “the best of” prima di andare a letto.

8. Cornici e screen saver:

Molti TV smart o gli assistenti vocali con il display ci permettono di scorrere nei momenti di stand-by le nostre foto preferite. Collego quindi a questi strumenti le cartelle del “the best of” in modo che automaticamente vengano proposte le mie foto preferite sulle apparecchiature casalinghe come fossero delle cornici digitali per essere sempre circondato dai miei ricordi più belli.

9. I social media:

Le mie foto preferite le carico anche sui social media, facebook, instagram, pinterest, ecc… Sono un ottimo strumento per andare a rivivere i momenti passati scorrendo il proprio feed… Se non li vuoi condividere con gli altri puoi impostare le tue foto come privacy in privato (solo per te) così potrai andare a visualizzarle quanto vorrai… Li ritengo un ottimo strumento di archiviazione proprio per la loro semplicità inoltre sono immediatamente visualizzabili tramite il browser.

Ecco come conservo le mie foto, i miei ricordi e me mie emozioni di viaggio. Ovviamente è una di quelle cose che è facile da fare se viene fatta giornalmente o settimanalmente o dopo ogni viaggio, ma diventa un lavoro enorme se hai anni di foto da organizzare!

Ma visto che ti riguarda, ti esorto seriamente a mantenere ben organizzati i tuoi scatti.

È come quando risistemi la casa, è così bella quando hai concluso, che ti chiederai perché non l’hai fatto prima!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

aa
Instagram
Follow us